Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

Notte Bianca Elettorale

Anche quest’anno, la “Notte Bianca Elettorale” è stata un evento di grandissimo successo, ha accolto oltre 250 persone e tutti insieme abbiamo aspettato i risultati delle elezioni!
Condividi

Domenica 9 giugno il Polo delle Scienze Sociali di Novoli, dalle 21 fino a tarda notte, ha ospitato la “Notte Bianca Elettorale”, volta ad aspettare e commentare i risultati delle elezioni Europee e amministrative 2024. È stato un evento di grande successo, organizzato dalla Scuola di Scienze Politiche e dall’Associazione Alumni “Cesare Alfieri” che ha visto la partecipazione di oltre 250 persone tra studenti universitari, docenti e cittadini. Nell’attesa degli esiti sono intervenuti con presentazioni, analisi, contenuti extra e proiezioni sia docenti universitari che studenti e studentesse e durante la serata sono stati messi a disposizione bevande, caffè caldo e pasticcini.    

L’evento è iniziato con i saluti istituzionali da parte di Giovanni Tarli Barbieri, Prorettore Vicario e Docente di Diritto elettorale e parlamentare, Carlo Sorrentino, Preside della Scuola di Scienze Politiche “Cesare Alfieri” e da Lapo Cecconi, Presidente dell’Associazione Alumni “Cesare Alfieri”.

La serata si è composta di due parti. Durante la prima metà, dalle 21 alle 23, momento di chiusura dei seggi elettorali, sono stati presentati interventi molto interessanti su temi rilevanti della politica europea e della campagna elettorale. I primi ad aprire la serata sono stati i docenti Federica Bicchi e Enrico Borghetto con “Il gioco delle alleanze e l’impatto sulla futura agenda europea”. A seguire il prof. Alessandro Chiaramonte, docente di Scienza Politica, ha trattato dei sistemi elettorali nei Paesi europei; successivamente è intervenuta la studentessa Angelica Cataldo con una presentazione sulla partecipazione elettorale. Considerevole è stata anche le presentazioni di Ginevra Traversari e Arianna Materassi, studentesse della triennale di Scienze politiche curriculum “Comunicazione e Media”, le quali assieme al professor Gabriele Paolini, docente di Storia Contemporanea, hanno mostrato i punti rilevanti delle prime tre elezioni europee durante la Prima Repubblica. Sono intervenuti poi Aldo Paparo, docente di Comunicazione politica ed elettorale, Micaela Frulli, docente di Diritto Internazionale e molti altri.

Pochi minuti prima delle 23, coinvolgendo il pubblico in sala attraverso un Qr Code, è stato fatto un Exit Poll dei partecipanti alla serata ed è stata chiesta a tutti una parola che rappresentasse il futuro dell’Unione Europea, raccogliendo oltre 150 risposte. Le più gettonate sono state “diritti”, “solidarietà”, “ambiente”, “giustizia” e “libertà”, con le quali grazie alla regia dietro all’evento è stata creata una canzone tramite l’Intelligenza Artificiale, che è diventata l’inno della Notte Bianca Elettorale 2024.

Durante la seconda parte della serata sono stati proiettati i collegamenti diretta TV con La7 e SkyTG24 e commentati i primi Exit Poll da docenti UniFi esperti della situazione economica, politica e sociale dei principali Paesi dell’Unione Europei insieme ai ricercatori del Centro Italiano Studi Elettorali (CISE).

Dopo le considerazioni dei primi Exit Poll abbiamo atteso quelli delle 23:30. Nel frattempo sono intervenuti i ragazzi della Redazione Digitale “Cesare Alfieri”: Martina Marradi ha trattato del wellbeing dei candidati e Arianna Modafferi ha proposto una presentazione contenente le parti più divertenti e insolite delle campagne elettorali di vari candidati. Insieme a questa curiosa presentazione è stata proposta una challenge per il pubblico chiamata “Il meglio del peggio di”: sono stati pubblicati sul profilo Instagram della Redazione dieci tra i video più bizzarri di alcuni dei candidati alle europee, decretando a fine serata il “Migliore tra i Peggiori” contando quello con più like. La vittoria è andata a quello di Alessandra Mussolini con il proprio santino accattato in fronte.

Quello di domenica è stato un bellissimo evento che ha mostrato un grande interesse da parte dei giovani, ed è stato possibile grazie a tutti i partecipanti e alla disponibilità e coinvolgimento dei vari docenti, alunni e di chi ha lavorato per questa serata!

Related

News