Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

Politica, Istituzioni e Mercato: la definizione di un percorso

Lo studio delle discipline fondanti di scienze politiche, l’analisi delle istituzioni economiche e politiche pubbliche in modo scientifico, trova uno dei suoi sbocchi fondamentali nel corso di laurea magistrale PIM.
Condividi

Lo studio dei sistemi politici ed economici. 

Il corso di laurea in Politica, Istituzioni e Mercato (PIM) è una laurea che per vocazione “completa” gli studi economici e politici, rappresentando la magistrale di sbocco ideale per tutti coloro che si sono appassionati alla scienza politica “pura”. La scuola si organizza in due curricula, volendo rispondere alle necessità di tutti i futuri analisti politici. Da una parte, l’orientamento è relativo alle istituzioni politiche in senso rappresentativo. Questo è il curriculum offerto che va sotto il nome di “Istituzioni e Politica”. Dall’altra, per tutti gli analisti politici dall’impianto economico, viene offerto “Istituzioni e Mercato”. Entrambi i corsi aiutano a sviluppare conoscenze per affrontare la complessità di un mondo in transizione

Il primo anno è in comune, e le materie di studio sono quelle caratteristiche delle scienze politiche, come sociologia, diritto o filosofia politica.  Nel curriculum “Istituzioni e Politica” si possono poi selezionare materie come analisi delle politiche pubbliche, governi regionali e locali e comunicazione politica ed elettorale, data l’importanza che queste svolgono nello stesso processo generale di Governance. “Istituzioni e Mercato” offre invece esami di economia pubblica, analisi delle politiche pubbliche sul piano economico e infine behavioral economics. Il corso di laurea risponde alla vocazione internazionale delle scienze politiche offrendo molti corsi in inglese e richiedendo l’acquisizione del C1. Si viene in questo processo facilitati dalle moltissime possibilitĂ  di Erasmus o Erasmus+ traineeship offerte dal corso di laurea, che permettono l’acquisizione sul campo di informazioni essenziali per la comunicazione in lingua inglese. Le stesse offerte di tirocinio, anche in Italia, danno la possibilitĂ  di svolgere un periodo di formazione in importanti istituzioni rappresentative o economiche pubbliche. Un altro punto di forza del corso è rappresentato dai laboratori di software, dove si insegnano i metodi qualitativi e quantitativi oramai essenziali e propedeutici per lo studio della scienza politica e della sua dimensione economica

Studiare a Firenze e al corso di PIM è fondamentale, in quanto apre moltissimi sbocchi nell’ambito pubblico e privato: da agenti rappresentativi ad agenti economici, vista la progressiva razionalizzazione dell’azione politica, diventa sempre più essenziale avere figure specialistiche. Inoltre, vi è la possibilità di continuare il percorso di studi attraverso il dottorato. L’Ateneo di Firenze, infatti, gode di una tradizione solida negli studi di Scienza Politica, attraverso l’eredità lasciata da alcuni grandi politologi, come ad esempio il famoso Giovanni Sartori, che ha rivoluzionato lo studio scientifico dell’azione di governo e delle istituzioni politiche. I punti di forza del corso sono quindi multidisciplinarietà e serietà nel percorso di studi, assieme alle ottime possibilità di promozione nel mondo della politica e dell’economia. Il percorso Erasmus+ ed Erasmus+ traineeship, di cui hanno usufruito un numero notevole di studenti di PIM, rappresenta poi un’importante opportunità per affinare le proprie competenze. Infine, vi è la possibilità, come per il resto dei corsi di laurea magistrale in Scienze Politiche, di svolgere il percorso di formazione in contemporanea con l’Università Normale Superiore di Pisa, accedendo così ad un doppio titolo di laurea

Related

News